La storia della Pelletteria

storia-pelletteria-campora-bologna

Francesca ed Eleonora De Giacomi

Edoardo De Giacomi senior

Sig. Campora

Dalle origini ad oggi: la storia della Pelletteria Campora

Sul lato orientale di quella che al tempo prese in nome di Piazza Vittorio Emanuele, oggi l’imponente Piazza Maggiore, sorgeva nel 1860 la Pelletteria Campora.

Il Palazzo dei Banchi, che con la sua facciata scenografica poggia sul portico del Pavaglione, realizzati tra il 1565 e il 1568 su disegno del celebre architetto Jacopo Barozzi, detto Il Vignola, ospita questa bottega storica all’angolo con Via Pescherie Vecchie, antico mercato di origine medievale.

Gia` dai primi del ‘900 Edoardo De Giacomi, le cui origini piemontesi gli attribuivano una radicata esperienza nell’attività di ombrellaio, entro` a fare parte della ditta fondata da Carlo Campora, acquisendola definitivamente nel 1930.

Alla fine degli anni sessanta due dei figli di Edoardo, Giovanni e Vincenzo, insieme a due cugini, decisero di collaborare nella ditta, ma sarà solo Giovanni a proseguire.

Sono in seguito i quattro figli di Giovanni a prendere il timone della Pelletteria, per ultimo Edoardo, che insieme alla moglie e alle figlie Eleonora e Francesca, conduce tuttora la ditta.

Ad oggi arredano gli scaffali borse, articoli di pelletteria delle migliori marche, ombrelli e affini.

La famiglia De Giacomi mantiene da sempre un impegno costante nel proprio lavoro seguendo i suoi clienti con dedizione e professionalità da quattro generazioni.